Un Teatro ... APERTO!

Priva di barriere fisiche e ideologiche, in continua mutazione, senza "mura". E' la nuova stagione dell'Arena del Sole.

E' un grande “teatro senza mura” che si vuole e si pensa a misura di città e “teatro senza mura” è, per l’appunto, il leitmotiv che ha guidato la direzione artistica nella programmazione del cartellone 2017-2018 – il primo che Claudio Longhi presenta nelle sue vesti di direttore di ERT Fondazione.

Un teatro “aperto”, privo di barriere fisiche e ideologiche; in continua mutazione che, facendo tesoro della sua storia e crescendo ad un tempo insieme alla sua città, è in grado di ricercare nuove strade da percorrere senza disconoscere il valore della tradizione. Sui due palcoscenici di Via Indipendenza in scena trentasei spettacoli di prosa, tre di danza e uno spettacolo straniero in esclusiva italiana; il Teatro delle Moline ospita tredici spettacoli, e, esprimendo la sua vocazione a essere ‘cantiere’, diventa il luogo in cui tre compagnie provano i loro lavori, poi destinati a debuttare su altri palcoscenici.

Il sipario si apre venerdì 13 ottobre con Il Libro di Giobbe (prima assoluta, in scena fino al 16), un viaggio inedito nel Vecchio Testamento in cui Pietro Babina è accompagnato, per il lavoro drammaturgico, da Emanuele Aldrovandi. Nel corso della stagione, poi, l'attrice Giulia Lazzarini in Emilia, diretta dal regista argentino Claudio Tolcachir, il classico Totò e Vicé di due artisti come Enzo Vetrano e Stefano Randisi, Il padre di August Strindberg con Gabriele Lavia e Il giardino dei ciliegi, Trent’anni di felicità in comodato d’uso nella versione del giovane Nicola Borghesi che ironicamente e tragicamente rilegge il capolavoro di Čechov.

I grandi archetipi femminili della tragedia greca interpretati da due protagonisti come Franco Branciaroli, Medea nel riallestimento, diretto da Daniele Salvo, dello spettacolo che Luca Ronconi firmò nel 1996 e Sandro Lombardi, in Antigone diretto da Federico Tiezzi. In tema di grandi classici, Elio De Capitani insieme a Lisa Ferlazzo Natoli firma la regia di un Otello contemporaneo, di cui è anche il protagonista.

Il cartellone dell’Arena ospita poi il debutto assoluto dell'ultima creazione di due artisti il cui lavoro è accompagnato da anni da Emilia Romagna Teatro Fondazione: La gioia, di Pippo Delbono e Li Buffoni in cui Nanni Garella dirige gli attori di Arte e Salute.

CLICCA & SCOPRI IL CARTELLONE COMPLETO

Arena del Sole - Via Indipendenza 44, Tel. 051 2910910 biglietteria@arenadelsole.it - arenadelsole.it

Nella stessa categoria:

lunedì 11 settembre 2017

Un Teatro ... APERTO!

mercoledì 06 settembre 2017

Teatro Duse, la nuova stagione

Bologna Spettacolo

Bologna Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055212911/0552675189 - Fax 055215110
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

firenzespettacolo.it